mercoledì 22 aprile 2015

SERVE UN PO' DI "APPLICAZIONE" parte seconda

Non potevo raccontare tutto in una sola volta... ed eccomi qui ancora a condividere con tutti voi la bellissima esperienza fatta lo scorso week-end in Val Pellice, in compagnia di Monica di Le tricot patchwork, e di altre compagne di avventura conosciute direttamente sul posto.
Vite che prima o poi si incrociano per una passione, per la voglia di stare insieme ed imparare.
Per me è stato un fine settimana intenso: voler stare al passo, voler creare, voler capire...
Tornata a casa ,domenica sera, mi sembrava di aver scalato una montagna altissima... ed invece ho creato solo due paesaggi collinari in appliquè!!!


Mi piace leggere libri, purtroppo disponibili solo in lingua inglese, che raccontano storie di quilters, delle loro vite semplici , degli intrecci di amicizie tra donne con la stessa passione, che lavorando insieme per un progetto si aprono, condividono... ebbene io mi sono sentita come in uno di questi libri.. è stato bellissimo.

Dalla serie di Jennifer Chiaverini   : The Cross-Country Quilters

"Jennifer Chiaverini's many readers have been enchanted by Elm Creek Quilt Camp, where women gather each year for quilting, friendship, and fun. The third in the Elm Creek Quilts series introduces the Cross-Country Quilters, a group of far-flung friends who pledge to complete a "challenge quilt" -- symbolic of each woman's personal goals -- in one year's time.

In questi libri emerge comunque anche la passione di chi insegna, di chi organizza i meeting... ed anche qui ho ritrovato proprio tutto!
Monica, Franca, Miranda... che attenzione che passione!
Un fiore all'occhiello!


Ho sorriso quando ad un certo punto del corso tutte noi abbiamo cercato uno spazio adeguato per stendere la nostra coperta, per vederla nell'insieme, per vederla nascere pezzo per pezzo...
chi sul tavolo, chi sotto il tavolo... ogni spazio era buono, l'importante era la visione d'insieme.




un pò come la foto che segue che dà una visione d'insieme, che riassume, come queste esperienze non debbano essere perdute ma rivissute perchè arricchenti sia a livello creativo che umano!
grazie a tutte.



Alla prossima!


Elisa

martedì 21 aprile 2015

SERVE UN PO' DI "APPLICAZIONE" parte prima

E' veramente tanto che non scrivo... ma... ci sono attimi nella vita che ci si ferma, si rimane immobili...proprio perché tutto quello che ti ruota attorno viaggia velocemente senza lasciare spazi liberi.
Poi, proprio come ci si è fermati tutto si rimette in moto quasi per magia. 
Basta quel poco, quel pensiero che attraversa la testa che ti fa fare il primo passo...
Vai alla ricerca di tutte le passioni, dei desideri e ti imbatti in esperienze nuove o solamente immaginate.
Questo è quello che mi è successo nel momento in cui, navigando nell'infinito spazio di internet, mi sono imbattuta in questo sito:
Alla ricerca di un corso residenziale... così l'ho definito, mi sono trovata ad immaginare e a sognare come sarebbero stati due giorni di corso in rifugio, lontana da casa, lontana dalla frenesia del lavoro, con la testa buttata nel mio sogno.
E qui comincia la mia storia, la storia di nuove amicizie e di condivisione, dove l'applique... o se preferiamo l'applicazione e l'impegno di tutte ha  permesso di creare dei piccoli capolavori. 
In primis ringrazio Monica che ci ha fatto percepire l'amore e l'attenzione nel suo lavoro, poi le sue fantastiche aiutanti Franca e Miranda e poi tutte NOI "le Applique" che in soli due giorni siamo state capaci di trovare sintonia, amore e gioia nello stare insieme a condividere una passione.  
Ma queste parole hanno bisogno di volti  ed immagini e quindi ecco qui il mio reportage fotografico...

Il corso aveva lo scopo di insegnare le varie tecniche di applicazione... e noi veramente ci siamo applicate, siamo state un bel gruppo.
La coperta composta  da 8 blocchi con applicazioni ha fatto innamorare tutte. 
Io ho scelto di riprodurla con gli stessi colori dell'originale, ma alcune di noi hanno fatto una variante sul tema.
Ecco quindi le varie gradazioni, e le magnifiche stoffe proposte e diligentemente preparate per il corso.

Al nostro arrivo in rifugio, una bella casetta in legno tra i monti della Val Pellice, mi sono sentita subito a mio agio.
Arrivando il Venerdi sera abbiamo potuto preparare tutte le nostre postazioni e... sabato mattina, dopo una dolce colazione ci siamo lanciate nel lavoro sotto l'attenta guida di Monica!


Dopo aver ascoltato le prime istruzioni, via subito pronte al taglio!
Non si è perso tempo... due giorni per creare un capolavoro... 
Anche se concentrate sui pezzi da assemblare, siamo state sempre in ottima compagnia , non è certo mancato il divertimento, le battute, il prendersi un po' in giro... ed oggi come oggi, con  le fatiche che ognuno di noi porta sulle spalle è certamente un toccasana.


Abbiamo condiviso una splendida tavolata, dell'ottimo cibo preparato appositamente per noi ( di cui vorrei le ricette) da Monica ed il suo staff   con variante anche Vegetariana!
La cosa ancora più straordinaria è stato vedere che due mariti hanno accompagnato volontariamente le loro mogli a questo corso... forse si saranno un po' annoiati, si sono lanciati in camminate su sentieri sconosciuti pur di lasciarci lavorare... ma certamente hanno permesso che una passione un diletto potesse essere coltivata


Vi lascio ora con un'immagine che riassume la gioia dello stare insieme e del trasmettere il proprio Talento!



No,no... non è finita qui... domani o nei prossimi giorni ci sarà la seconda parte...

al momento ridete con questa...
buona notte Elisa
f1d042e3863924f4eb2fb76cd59d2fb8